Ultime notizie _News

Ultime Notizie/Latest News

I più coraggiosi tra di noi si sono già avventurati in viaggi per troppo tempo rinviati. La loro testimonianza è sotto il titolo: " Viaggiare".

Per partecipare agli incontri on line e alla lectura Dantis (con Google Meet) mandatemi una mail. - Send an e-mail to share online class & Dante reading

Viaggiare

 Arrivare a Toronto (Areoporto Pearson)

La mia storia per uscire dall’aeroporto: 
Sono arrivato all’ aeroporto Pearson venerdì scorso alle 16:30 con la Lufthansa da Francoforte. Prima di uscire dell’aereo abbiamo dovuto aspettare 30 minuti per “regolare il flusso di persone alla dogana”. Non abbiamo aspettato più di 30 minuti. Circa le 17 sono uscito del dispositivo, la coda non era tanta lunga, ho dovuto aspettare come 15 minuti e poi sono andato con una macchina che mi ha preso una foto, ha letto il mio passaporto e mi ha domandato alcuni informazioni : per quanto tempo starerà in Canada? / Quale il motivo del Suo viaggio?  Lei viaggio con alcuni prodotti alcolici, sigarette, tabacchi…? Et cætera. 

Dopo questa prima parte, ho raggiunto una nuova coda, per passare con un ufficiale di polizia di confine. Allora, ci erano due code, la “normale” e una più veloce, con ufficiali senza il grande ufficio. Ero nella coda normale, ma un ufficiale mi ha fatto segno di passare per la coda veloce. Là, ho mostrato il mio permesso di studi, il agente mi ha accompagnato nella coda normale, ma fortunatamente al inizio della coda. Quindi, non ho dovuto farla di nuovo, benché non fosse tanta lunga. 

 Quest’ufficiale ha ripassato tutti i miei documenti e mi ha detto che non avrei dovuto plastificare il mio permesso di studi. E poi, mi ha detto di andare a sinistra in un altra stanza. La ultima volta, dopo questo punto, ero andato dritto per ricuperare il permesso di studi e i miei bagagli. Fino a questo punto non avevo aspettato troppo tempo, era circa le 17:40. 

 Questa nuova coda era piccola, però non avanzava. Ho aspetto al meno 30 minuti, prima di passare al bancone di un altro poliziotto. Era lungo, perché ci eravamo unicamente 2 poliziotti e domandavano molti documenti e pure il motivo del viaggio a tutte le persone. Sono stato con il poliziotto circa di 6-7 minuti, mi ha stampato il passaporto e 10 minuti dopo ero fuori dall’aeroporto. 


Dunque, ho messo in totale, a partire dal momento dove l’aereo ha atterrato, al momento dove mi sono trovato fuori dall’aeroporto, 2 ore. 3 ore in meno, rispetto alla prima volta. Ma penso che sia perché sono straniero e che ho un visto, penso che per i turisti o per i Canadesi sia più veloce. 

Vi aggiungo alcune foto di Toronto visto del cielo. Sulle prime immagini potete vedere il lago Erié, il fiume Niagara che si sfocia nel lago Ontario, potete vedere la nebbia delle cascate.

 Questo fino di settimana, me ne vado per Montréal, quindi non so se sabato avrò il tempo di raggiungere il gruppo. 

 Buona serata a tutti. 
Thomas. 
12 novembre 2021

 All’aeroporto (quasi) post Covid 

Buongiorno Emilio e colleghi!

E stato richiesto un testo sulla mia esperienza dell’uscita dall’aeroporto in questo periodo di Covid e le difficoltà che abbiamo affrontato. Però ho trovato l’ingresso molto più impegnativo. I problemi si trovavano nella raccolta di informazioni e di documentazione adeguata, insieme alla speranza che la persona che verifica i documenti fosse competente e ben informato, non sempre una certezza.

1. Secondo me, il documento il più importante e più verificato era ed è ancora la prova dei due vaccini, soprattutto la copia cartacea, che è più leggibile.  Dovevo mostrarlo durante il check-in all’aeroporto, agli alberghi, e soprattutto ai ristoranti, dove tutti ci hanno chiesto se avevamo il Green Pass, anche se non lo controllavano spesso.

2. Il test PCR di Covid fatto 72 ore pre volo (e che costava un occhio della testa!) è stato quasi altrettanto importante, e l’assistente di volo ha letto questo documento parola per parola. L’unico inconveniente per noi è stato a Roma, dove l’assistente (non troppo competente né informata) ha dichiarato che il  nostro test era troppo vecchio. Disastro!  Secondo lei, non era entro i termini delle 48 ore precedenti, ma dopo un po’ di confusione, ci ha lasciato passare.

3. Il ‘passenger locator form’, 5 pagine di dettagli irrilevanti richiesti dal governo era uno spreco di carta. Non importava a nessuno, e nessuno voleva vederlo, ma chiaramente qualche funzionario del governo ha guadagnato un sacco per l’aver redatto!

Sempre in tema dell’aeroporto.. chi sa il nome dell’aeroporto di Palermo? Sul mio biglietto è apparso il nome Punta Raisi, come lo chiama i locali. Ma oggi, il suo vero nome è ‘L’aeroporto di Palermo Falcone e Borsellino’, cambiato per onorare due magistrati palermitani, uccisi dal Mafia siciliano per il loro ruolo nei processi anti-mafia alla fine degli anni 80, dove hanno affrontato a testa alta le cosche siciliane.

I due erano amici d’infanzia, frequentavano le stesse scuole a e sono divenuti magistrati e simboli della lotta anti mafia, purtroppo le loro vite erano intrecciate con lo stesso destino. Nell’estate del 1992, entrambi sono stati uccisi a Palermo da una bomba in incidenti separati a tre mesi di intervallo.

Oggi può vedere un grande murale dedicato ai due magistrati su una parete vicino al porto, realizzato per volontà dell’associazione nazionale magistrati in occasione del 25esimo anniversario della loro morte. Questo affresco deve ‘ricordare a tutti che questa non è la citta della mafia, ma la città di Falcone e di Borsellino’. Un bellissimo omaggio!

E finalmente il mio discorso sull’aeroporto è chiuso!

A sabato
Inese
10 novembre 2021




Dalla Sicilia, Inese

29 ottobre 2021
Buona sera Emilio e colleghi!

A questo momento siamo a Mondello, vicino a Palermo, ed è la nostra ultima sera in Sicilia. E il buon momento per partire, perché abbiamo mangiato troppo di tutto: pasta, pizza, acciughe, melanzana, calamari, pomodori, pane, ricotta salata, grana, funghi freschi, prosciutto, salsiccia, pesce, gelato, granita e cannoli, senza contare la grappa, il vino rosso o bianco, e la birra artigianale che abbiamo bevuto. Una vera serie di delizie gastronomiche!!

La Sicilia è bellissima, con la gente generosa, amichevole e curiosa della nostra vita in Canada. Siamo spesso persi, perché le direzioni sono sempre le stesse: dritto dritto, a destra e venti minuti. Una risposta universale. E abbiamo scoperto che un minuto siciliano vale 15 minuti canadesi! E divenuto un nostro scherzo. Però, parecchie volte un motociclista ci ha seguito per assicurarsi che andavamo al senso giusto.. inimmaginabile!

Adesso devo fare e pesare le mie bagagli, e per fortuna non dovrei pesarmi invece..ha!

1


2





Viaggiare si viaggiare,

Conoscete questa canzone di Lucio Battisti?

Si Viaggiare,, 

(il testo in Inglese è qui)

Quel gran genio del mio amico,
lui saprebbe cosa fare.
Lui saprebbe come aggiustare,
con un cacciavite in mano fa miracoli.
 
Ti regolerebbe il minimo, alzandolo un po',
e non picchieresti in testa così forte, no,
e potresti ripartire,
certamente non volare, ma viaggiare.
 
Sì, viaggiare, evitando le buche più dure,
senza per questo cadere nelle tue paure.
Gentilmente, senza fumo, con amore.
 
Dolcemente viaggiare,
rallentando per poi accelerare,
con un ritmo fluente di vita nel cuore,
gentilmente, senza strappi al motore.
 
E tornare a viaggiare,
e di notte con i fari illuminare
chiaramente la strada per saper dove andare,
con coraggio, gentilmente, gentilmente, dolcemente viaggiare.
 
Quel gran genio del mio amico,
con le mani sporche d'olio,
capirebbe molto meglio,
meglio certo di buttare, riparare.
 
Pulirebbe forse il filtro, soffiandoci un po'.
Scinderesti poi la gente, quella chiara dalla no,
e potresti ripartire,
certamente non volare, ma viaggiare.
 
Sì, viaggiare, evitando le buche più dure,
senza per questo cadere nelle tue paure.
Gentilmente, senza fumo, con amore.
 
Dolcemente viaggiare,
rallentando per poi accelerare,
con un ritmo fluente di vita nel cuore,
gentilmente, senza strappi al motore.
 
E tornare a viaggiare,
e di notte con i fari illuminare
chiaramente la strada per saper dove andare,
con coraggio, gentilmente, gentilmente, dolcemente viaggiare.
 
Sì, viaggiare.
 
Dolcemente viaggiare,
rallentando per poi accelerare,
con un ritmo fluente di vita nel cuore,
gentilmente, senza strappi al motore.
 
Sì, viaggiare.

https://lyricstranslate.com

Qualcuno di noi ci prova a viaggiare anche in tempi grami come quelli Covid che cambiano le regole da un'ora con l'altra. Per necessità a volte oppure perché non se ne può più e vogliamo spostarci.

Quindi qui ecco le nostre esperienze raccolte sul campo e da verificare attentamente perché a noi è andata così.



Alcuni link: 

Passenger Locator Form per Italia, Malta, Slovenia..

Infocovid per chi va in Italia

Le Istruzioni di Maria


Sì, la preparazione per il mio viaggio in Italia è stata molto confusa e a volte difficile.  Sopprattutto si deve controllare e capire bene tutte le regole per tutti i paesi inclusi  nel tuo viaggio.  Se transiti attraverso un altro paese durante il tuo viaggio, le regole per l’ingresso in italia cambiano. Ho controllato le regole ogni giorno e ho fatto bene perché quattro giorni prima della mia partenza, ho scorperto che l'Italia aveva cambiato le regole e dovevo fare un tampone antigenico.  Non era più abbastanza di essere solo vaccinata, volevano anche un tampone negativo.  Questo ho fatto all’aeroporto a Toronto per $67.00 e mi hanno mandato i risultati su un app in 30 minuti.  Semplice e veloce.

 

Ecco le cose che ho dovuto preparare per la mia partenza.  Mi raccommando di stampare tutti i documenti necessari e non usare soltanto l’immagine sul telefono.

  • Documenti di vaccinazione.  La prima dose e la seconda dose
  • Tampone Antigenico con risultato negativo – di non oltre  72 ore precedenti l’arrivo in Italia. (non la partenza dell'aereo)
  • Compilare il modulo di localizzazione digitale  https://app.euplf.eu/#/

 

Rientro in Canada:

Il Canada vuole un tampone molecolare con il risultati negativo entro 72 ore precedenti la partenza dell’aereo

Scaricare l’app ArrivCAN e compilare la registrazione dei documenti 3 giorni prima della tua partenza dall’Italia.

           Tampone negativo

           Documenti di vaccinazione

 

Questi sono i link che sono stati molto utili per me:

Questionario per scorpire le regole in Italia con pochi click – sempre aggiornato dall’Italia

Ministero della salute sito web per i viaggiatori:

Air Canada Travel Hub Entry Requirements

Government of Canada Entry Requirements

Toronto Airport Covid Test

 

Sembra che siano tante cose da preparare, però il processo durante il mio viaggio, e anche qui in Italia, è stato molto facile.

Ci hanno controllato tutti i documenti a Toronto e quando siamo arrivati a Fiumicino a Roma, nessuno ha chiesto ai passeggeri di vedere i documenti. 

 

Qui in Italia, come in Canada, è obbligatorio portare la mascherina quando sei dentro un negozio o centro commerciale.  Se vuoi andare in un ristorante i nostri documenti di vaccinazione sono accettati qui in Italia, però non ho dovuto mostrarli ancora a nessuno.  Qui, nel mio piccolo villagio, sembra che gli italiani stiano vivendo una vita normale senza i pensieri del Covid.  Secondo me, qui in Italia Covid non è piùuna notizia da  prima pagina.

 Spero che quest’informazione sia molto utile per voi.

 

Un abbraccio!

Maria 😊


L'esperienza di William

In preparazione            

La storia di Thomas

In preparazione            


Altre avventure..

In preparazione 

Nessun commento: